Lisa Romanyuk

Italiano
lisa-romanyukUn mondo aristocratico e blasonato, per una bellezza sfoggiata in tailleurs, giacche, pantaloni e abiti a volte rigorosi a volte leggeri, ma sempre sottolineata da parure di gioielli altamente lavorati e, forse, nell'insieme un po' eccessivi.
Tutt'altro che minimalist o basic, dunque, lo stile di Lisa Romanyuk, direttore artistico della casa di moda Vemina, che con la sua sfilata ha ufficialmente chiuso la Settimana della Moda di Milano. Fantasie a
quadri e geometrie rette per il giorno. Completi gonna e giacca per tessuti lucidi e opachi insieme, trasparenze e sovrapposizioni. Ma anche giacche colorate portate in contrasto su pantaloni skinny monocromo.Per la sera e per gli appuntamenti mondani, invece, forme circolari o stampe floreali. L'abito si fa lungo - in alcuni casi accompagnato da importanti guanti - con inserti in paillettes e fasce nere con fiori bianchi disegnati sul tessuto applicate alle estremita del capo. Le scarpe sono sandali-gioiello.

Tra i modelli presentati in passerella, anche Lisa Romanyuk non ha rinunciato ai mini abiti: indossati con i pantaloni o insieme a giacche e cappotti le cui fodere interne ne riprendono nuance e tonalita. Ruches e plissettato le scelte stilistiche sia per mini dress che per giacche. I colori preferiti dalla stilista per la prossima stagione estiva, sono senape e paglia, rosa pallido e fucsia, e ancora iris e lilla. Ci sono poi il rosso, l'argentato, il verde (chiaro o intenso) e l'azzurro. Combinati in tinte ton sur ton o a contrasto, per abiti quasi mai interamente monocromo.

di Paola Pizzo